COMPLESSO TURISTICO RICETTIVO

Caorle (Ve).
Tipologia: Turistico – ricettiva

La proposta di intervento è il risultato di un progetto ambizioso configurato da un unico complesso turistico-ricettivo la cui composizione edilizia fa convivere il meglio delle strategie e delle politiche ambientali, le cui strutture dedicate sono generate da sapienze costruttive appropriate e di particolare pregio.
L’elaborazione sperimenta un’evoluzione dell’architettura per l’ospitalità con il concetto della sostenibilità.
Il complesso risulta un’equilibrata contrapposizione tra naturale ed artificiale, che si mimetizza con l’ambiente, in un gioco dove conoscenza tecnica e intelligenza naturale sfumano.
Un lusso che mette insieme localismo e globalizzazione per raggiungere un’impronta ecologica prossima allo zero.

L’intera struttura è stata pensata con tutti i servizi che dal punto di vista qualitativo sono prossimi all’eccellenza. Sono previste piazzole confortevoli ed attrezzate, fornite di una rete di servizi igienici e docce, omogeneamente distribuiti su tutta la superficie della struttura campeggista.
Tale comfort sarà incrementato da personale cortese e disponibile educato alla filosofia Green per fidelizzare buona parte della clientela.
Certamente nella filosofia progettuale sono proposti servizi nuovi e originali che suggeriranno ai turisti spunti ed occasioni di svago e di relax offerti dalla struttura o dal territorio.

Un’esigenza importante ben chiara e riconoscibile è la segnaletica lungo la strada principale che conduce alla struttura. L’Entry Tower pur di grande capacità visiva raggiunge un basso impatto ambientale.
L’approccio progettuale è reso in questo caso più complesso dell’esistenza di più tematiche tipiche delle strutture ricettive e lo stesso dicasi per gli esercizi commerciali lungo la promenade.
La Wind Beach apparentemente di forma complessa risulta molto semplice e funzionale in quanto soddisfa completamente tutti i requisiti normativi delle attività ivi previste. Il piano terra si apre in una grande hall il cui volume confluisce generosamente al centro in continuità con la promenade. In questo punto vi è una contrazione dello sguardo che subito apre lo scenario verso il mare dilatandosi nuovamente. Al piano terra trovano alloggiamento la reception al piccolo hotel, la parrucchiera, una spa, fitness, un piccolo anfiteatro, un ristorante e un lounge bar con le cucine opportunamente attrezzate. L’area piscine è strutturata in modo da riservare degli spazi verdi, con sabbia, pavimentati per il gioco dei bambini. La novità riguarda un’area con piscina delimitata per la clientela accompagnata da animali.
Il Kindergarten rappresenta una delle iniziative progettuali innovative più ambiziose ricreate all’interno di questo complesso turistico ricettivo. Oltre a rispettare i requisiti normativi nazionali e regionali, la novità riguarda l’impegno ad offrire un servizio per la cura e l’educazione dei bambini e dei teenager (3-14 anni). È una piccola “città del bambino” che afferma, nell’ottica della sostenibilità ambientale, l’attitudine all’educazione in condizioni di benessere e comfort, anche in relazione al clima del luogo, come valore educativo da trasmettere. Qui i ragazzi possono svolgere i compiti delle vacanze, giocare nell’ampio spazio verde attrezzato per partecipare a laboratori didattici la sperimentazione.

I materiali provenienti dalla terra caratterizzeranno gli scenari di questo progetto avendo una capacità illimitata di adattarsi a qualsiasi soluzione architettonica. La pietra e il mattone crudo saranno usati con varietà di toni, forme e trame di elementi vestendo filosofie estetiche minimaliste la cui finitura essenziale di nobile linguaggio ecocompatibile è arricchita negli ambienti. Legni pregiati, nobili di provenienza nazionale con la filosofia a km 0, poco trattati se non con impregnanti di tipo naturale, privi di sostanze a derivati chimici, posizionati con metodologia di tipo flottanti (pavimentazioni) garantendo una ventilazione naturale che elimina l’umidità e impedisce la trasmissione di radon. Ampie vetrate creano continuità tra ambiente interno ed esterno per vivere a diretto contatto con la natura circostante. I percorsi e le passerelle in listoni di legno collegano tra loro le varie funzioni. Altro pregio è l’accesso al piano copertura fornito di jacuzzi e per una parte dotato di impianti fotovoltaici e solari per il recupero di energia da fonti rinnovabili.

L’accessibilità è parte fondamentale della qualità del costruito: indica il grado di fruibilità che offre al cliente.
L’accessibilità delle strutture è assicurata nelle sue singole parti, come parcheggi, accessi, percorsi orizzontali e verticali, interni ed esterni e riserva agli utenti in carrozzina la fruizione di adeguate altezze in ambienti come la reception, il bar e la piscina.
I percorsi esterni assicurano ovunque una larghezza sufficiente a garantire un’agevole mobilità. I percorsi sono chiari e visibili, compatti, antiscivolo, uniformi, con caratteristiche differenti per fornire informazioni tattili, in particolare per i soggetti con disabilità visive. La struttura sportiva offre ambienti non discriminanti e sicuri, nei quali gli elementi dell’accessibilità convivono in modo discreto con le attrezzature sportive, adeguandosi alle caratteristiche ed organizzazione di uno spazio estremamente dinamico. Ogni area green home e lounge home è dotata di 2-4 unità progettate integralmente per disabilità. Le unità risultano dall’apporto delle competenze di vari specialisti come fisiologi e bioingegneri ed esperti delle tecnologie nonché esperti degli ausili eliminando la componente discriminante estetica rispondendo ad una delle innovazioni dell’industrial design.